Azure OpenAI Service: pricing e differenze con Copilot

Azure OpenAI è un servizio fornito da Microsoft in collaborazione con OpenAI che permette alle aziende e agli sviluppatori di integrare modelli di intelligenza artificiale avanzati nelle loro applicazioni tramite l'infrastruttura cloud di Azure. Questo servizio offre l'accesso ai modelli di linguaggio sviluppati da OpenAI, come GPT (Generative Pre-trained Transformer), per una vasta gamma di applicazioni, tra cui generazione di testo, analisi del linguaggio naturale, traduzione automatica, creazione di chatbot, e molto altro. In questo articolo daremo una panoramica di cos’è e come funziona il servizio, dei vantaggi che può offrire al proprio business e di come possiamo ottimizzare i costi nel suo utilizzo.

Cosa troverai in questo articolo

  • Cos’è Azure OpenAI
  • Azure OpenAI Service: cosa è possibile fare?
  • Azure OpenAI Service: il supporto intelligente per gli sviluppatori
  • Azure OpenAI vs. Microsoft Copilot: quali sono le differenze?
  • Azure OpenAI Service: casi d’uso e vantaggi
  • Azure OpenAI Pricing: licenze e costi
Azure OpenAI Service: pricing e differenze con Copilot

Cos’è Azure OpenAI

Che si sia sostenitori o detrattori, il fatto che l’Intelligenza Artificiale stia diventando una forza che sta completamente ristrutturando le infrastrutture digitali globali è un dato oggettivo.

Il mondo dei digital workplace aziendali non fa eccezione e sta cambiando volto giorno dopo giorno al ritmo dei progressi delle tecnologie basate su AI e anche Microsoft, azienda leader del settore degli ambienti di lavoro digitali, ha deciso di investire pesantemente nel mercato dell’intelligenza artificiale.

Uno dei risultati più felici di questi investimenti è Azure OpenAI, la combinazione tra l’infrastruttura della piattaforma di cloud computing di Microsoft e l’integrazione con i modelli di intelligenza artificiale avanzati sviluppati da OpenAI. Questa combinazione consente alle organizzazioni di accedere e sfruttare capacità di AI all'avanguardia, come la comprensione del linguaggio naturale e la generazione automatica di contenuti all’interno degli ambienti cloud di Azure.

La collaborazione della casa di Redmond con l’azienda leader nel settore dell’intelligenza artificiale rende l'AI avanzata accessibile alle aziende di tutte le dimensioni, facilitando la creazione di soluzioni innovative e l'automazione dei processi aziendali. Vediamo come.

Azure OpenAI Service: cosa è possibile fare?

Azure OpenAI fornisce agli utenti accesso a modelli di AI all'avanguardia, tra cui il noto modello linguistico GPT-4 (Generative Pre-trained Transformer 4), e altre tecnologie di punta sviluppate da OpenAI. Questi modelli sono capaci di comprendere e generare testo con un alto grado di sofisticazione, rendendo possibili cose come la creazione automatica di contenuti, lo sviluppo di app per l'assistenza clienti virtuale e la scrittura assistita di codice.

GPT-4, ad esempio, può generare risposte coerenti e pertinenti basate su input minimi, facilitando la creazione di chatbot avanzati, assistenti virtuali e strumenti per la generazione di testi, ma non solo. Questo modello può infatti anche essere utilizzato per analizzare e sintetizzare grandi quantità di testo, supportando la ricerca e l'analisi dei dati in ogni tipologia di settore.

Azure OpenAI è progettato per essere accessibile sia ai professionisti esperti di AI che ai neofiti. Le API fornite sono intuitive e facili da utilizzare, permettendo alle aziende di integrare rapidamente le funzionalità di intelligenza artificiale nelle loro applicazioni esistenti. Questo riduce (seppur non eliminando del tutto) la necessità di competenze tecniche avanzate e accelera il processo di sviluppo e implementazione delle soluzioni basate su AI.

La piattaforma offre un'ampia gamma di capacità che possono essere utilizzate per migliorare diversi aspetti delle operazioni aziendali, tra cui possiamo citare:

  • Elaborazione del linguaggio naturale (NLP): Permette ai sistemi di comprendere e rispondere al linguaggio umano in modo naturale. Questo è particolarmente utile per creare chatbot avanzati, assistenti virtuali e sistemi di analisi del sentiment.
  • Generazione di testo: Utilizzando modelli come GPT-4, Azure OpenAI può generare testo che sembra scritto da un essere umano, funzione utile, ad esempio, per la creazione di contenuti automatizzati e risposte e-mail intelligenti.
  • Riconoscimento delle immagini (Computer Vision): I modelli di AI più avanzati consentono ai sistemi di interpretare e analizzare immagini e video per estrapolare dati di ogni genere. Questo è utile per applicazioni come il riconoscimento facciale, l’estrazione di testi scritti da documenti fotocopiati e la sorveglianza automatizzata.
  • Riconoscimento vocale (Speech Recognition): Permette la trascrizione e l'analisi del linguaggio parlato, rendendo possibile la creazione di assistenti vocali e la trascrizione automatica di riunioni e appunti audio.
  • Integrazione con l'ecosistema Azure: Scontato dirlo, ma le aziende possono combinare le capacità di Azure OpenAI con altri servizi offerti dalla piattaforma Azure per creare soluzioni AI potenti e complete. Ad esempio, possono utilizzare Azure Machine Learning per addestrare modelli personalizzati, Azure Cognitive Services per aggiungere ulteriori capacità cognitive ed evolvere drasticamente le funzionalità di ricerca e Azure Data Lake per gestire e analizzare grandi quantità di dati.

Azure OpenAI Service: il supporto intelligente per gli sviluppatori

Per l’assistenza agli sviluppatori nella scrittura di codice, Azure OpenAI si appoggiava un tempo a Codex, un modello avanzato basato sulla stessa tecnologia alla base di GPT ma ormai da qualche tempo l’utilizzo di Codex è stato ufficialmente deprecato all'interno di Azure OpenAI.

Microsoft ha confermato che nei servizi Azure OpenAI, Codex e i modelli di codice associati non saranno più disponibili per i nuovi utenti e saranno gradualmente eliminati per gli utenti esistenti con termine ultimo per questo luglio.

L'attenzione si è infatti spostata verso l'integrazione dei modelli GPT-3.5 e GPT-4, che ora supportano la maggior parte delle funzionalità di assistenza alla programmazione precedentemente offerte da Codex. La transizione verso GPT-3.5 o GPT-4 dovrebbe essere abbastanza agevole, grazie alle risorse e ai supporti forniti da Azure OpenAI per facilitare questo passaggio​.

Questi modelli più recenti, come GPT-4, sono in grado di supportare una più ampia varietà di linguaggi di programmazione e offrire una comprensione più approfondita delle strutture del codice e delle logiche di programmazione, grazie alla loro architettura avanzata e alle loro capacità di apprendimento. Questo li rende preferibili rispetto a Codex, che era specificamente addestrato su dataset di codice ma non sfruttava le innovazioni più recenti nell'intelligenza artificiale generativa​​.

Ma quali sono quindi le caratteristiche principali di GPT-4 per assistere il lavoro degli sviluppatori di software? Vediamole meglio qui sotto:

  1. Ampia comprensione del linguaggio e delle API: GPT-4 può comprendere e generare codice in una vasta gamma di linguaggi di programmazione, inclusi ma non limitati a Python, JavaScript, Java, C#, PHP, Ruby, e Go. Questo lo rende versatile per progetti che coinvolgono diverse tecnologie e ha una conoscenza dettagliata delle API moderne e delle librerie che facilita l'integrazione di strumenti e servizi esterni nel codice.
  2. Migliorata generazione di codice: GPT-4 genera codice che è non solo funzionalmente corretto ma anche aderente alle migliori pratiche di programmazione, rendendo il codice più leggibile e mantenibile. Può produrre sia brevi frammenti di codice per risolvere problemi specifici, sia soluzioni complete per problemi complessi.
  3. Assistente nella risoluzione di problemi: GPT-4 è capace di individuare e spiegare errori nel codice, suggerendo soluzioni o miglioramenti per risolvere bug e problemi di performance.
  4. Supporto alla documentazione: GPT-4 può automaticamente generare commenti esplicativi e documentazione per il codice, facilitando la comprensione e la manutenzione del codice da parte degli sviluppatori e fornire spiegazioni dettagliate di blocchi di codice esistenti, utile per la revisione del codice o per comprenderne meglio il funzionamento.

Sai che aiutiamo i nostri clienti nella gestione dei loro tenant Azure?

Abbiamo creato il team interno Infra& Security, verticale sul cloud Azure per rispondere meglio alle esigenze dei nostri clienti che ci coinvolgono nelle decisioni tecniche e strategiche.

Oltre a configurare e gestire il tenant, ci occupiamo anche di:

  • ottimizzazione dei costi delle risorse
  • implementazione procedure di scaling e high availability
  • creazione dei deployment applicativi tramite le pipelines di DevOps
  • monitoring
  • e soprattutto security!

Con Dev4Side Software, puoi avere un partner affidabile in grado di supportarti sull'intero ecosistema applicativo di Microsoft.

Azure OpenAI vs. Microsoft Copilot: quali sono le differenze?

Microsoft Copilot e Azure OpenAI rappresentano le due soluzioni avanzate nell'ecosistema Microsoft per integrare funzionalità di intelligenza artificiale nel proprio ambiente di lavoro virtuale. Pur essendo basati sulle stesse tecnologie, i due servizi sono progettati per scopi distinti e offrono funzionalità differenti agli utenti e alle aziende che vogliono utilizzarli all’interno delle loro infrastrutture digitali.

Per i meno esperti, questo può comportare un po’ di confusione su quale dei due venga utilizzato in quale contesto. Andiamo quindi a vedere cosa li differenzia per chiarirci una volta per tutte le idee.

Microsoft Copilot è un'assistente AI integrato che potenzia l'utilizzo delle applicazioni Microsoft 365, fornendo supporto e automazione avanzata all'interno dei contesti di lavoro quotidiani. Si basa su modelli linguistici di grandi dimensioni, come GPT-4, ed è progettato per migliorare la produttività degli utenti nelle applicazioni di Microsoft 365.

Azure OpenAI, invece, è una piattaforma che offre modelli di AI avanzati per sviluppatori e aziende, consentendo loro di creare soluzioni personalizzate e integrate con capacità di AI all’interno delle loro applicazioni.

Copilot è strettamente integrato con le applicazioni Microsoft 365 e non richiede competenze tecniche avanzate per essere utilizzato. È immediatamente accessibile agli utenti di Microsoft 365 come parte della loro suite di strumenti mentre Azure OpenAI, al contrario, richiede un minimo di competenze di sviluppo per essere implementato e personalizzato tramite API per integrarsi nelle soluzioni digitali aziendali.

Azure OpenAI, in virtù della sua versatilità e complessità, offre quindi un più alto grado di personalizzazione e può essere scalato per soddisfare le esigenze di grandi progetti aziendali a differenza di Copilot che, seppur rimanga estremamente potente come strumento, opera esclusivamente entro i confini delle applicazioni Microsoft 365.

Infine, parlando di accessibilità ai due servizi, Copilot è disponibile con licenza a parte per tutti i possessori di licenze Microsoft 365 E3 e E5 mentre Azure OpenAI è un servizio a consumo su Azure, con costi basati sull'utilizzo delle API e sulla potenza computazionale necessaria per eseguire i modelli sviluppati.

Azure OpenAI Service: casi d’uso e vantaggi

L'integrazione di Azure OpenAI nelle operazioni aziendali offre una vasta gamma di applicazioni pratiche e vantaggi strategici. Questi casi d'uso e benefici spaziano dalla semplificazione dei processi interni all'innovazione dei servizi rivolti ai clienti, supportando le aziende nella loro trasformazione digitale.

L'automazione di compiti ripetitivi e dispendiosi in termini di tempo permette alle aziende di allocare risorse umane su attività a maggior valore aggiunto, aumentando sensibilmente la produttività e riducendo i costi operativi. In soldoni, fare molto di più con meno.

Essendo basato sulla piattaforma cloud di Azure, il servizio offre una notevole scalabilità, seppur nei limiti ben definiti degli attuali modelli GPT. Le aziende possono adattare rapidamente le loro risorse di AI alle esigenze crescenti senza dover investire in hardware o infrastrutture aggiuntive e l’integrazione senza soluzione di continuità con altri servizi Azure e strumenti Microsoft come Office 365 e Dynamics 365 consente alle aziende di sfruttare al massimo le loro attuali infrastrutture e flussi di lavoro.

Le aziende che utilizzano Azure OpenAI beneficiano anche del supporto tecnico e delle risorse estese di Microsoft. Questo include documentazione dettagliata, strumenti di sviluppo, tutorial e una comunità di esperti pronti ad assistere in ogni fase del percorso di adozione dell'AI.

E, inutile dirlo, Azure OpenAI offre soluzioni di intelligenza artificiale che rispettano i rigorosi standard di sicurezza e conformità della casa di sviluppo di Redmond. Le aziende possono gestire dati sensibili in modo sicuro, rispettando le normative locali e internazionali, come il GDPR.

I vantaggi sono dunque chiari ed evidenti, ma per chi desidera comprendere un po’ più nel pratico quali possano essere dei possibili casi d’uso per Azure OpenAI con qualche esempio ecco un elenco dei casi d’uso più comuni in cui Azure OpenAI e la sua offerta possono aiutare nel soddisfare le proprie necessità aziendali:

  1. Automazione del servizio clienti: Le aziende possono utilizzare i modelli di linguaggio avanzati messi a disposizione per creare chatbot intelligenti e assistenti virtuali capaci di gestire interazioni con i clienti in modo autonomo e in tempo reale. Questi assistenti possono rispondere a domande frequenti, gestire reclami e fornire supporto tecnico, riducendo significativamente i tempi di attesa e migliorando l'efficienza del servizio clienti.
  2. Creazione e gestione di contenuti: Con la capacità di generare testo di alta qualità, le aziende possono automatizzare la creazione di contenuti per descrizioni di prodotti, newsletter e report aziendali. Questo non solo velocizza la produzione di contenuti, ma garantisce anche coerenza e qualità, aiutando le imprese a mantenere una comunicazione efficace con il loro pubblico.
  3. Analisi e interpretazione dei dati: Le aziende possono sfruttare le capacità di elaborazione del linguaggio naturale per analizzare grandi volumi di dati non strutturati, come feedback dei clienti, recensioni online e documentazione interna. Questo permette di estrarre rapidamente informazioni rilevanti, identificare tendenze e prendere decisioni basate su dati concreti, migliorando la reattività e l'efficacia strategica.
  4. Sviluppo software assistito: Utilizzando GPT-4, le aziende possono potenziare i loro team di sviluppo con strumenti di programmazione assistita. Questi strumenti possono suggerire codici, automatizzare task ripetitivi e ridurre gli errori, accelerando il ciclo di sviluppo e migliorando la qualità del software.
  5. Innovazione nei processi di Vendita e Marketing: Azure OpenAI può ottimizzare i processi di vendita e marketing attraverso l'automazione delle risposte alle richieste dei clienti, la generazione di lead qualificati e la personalizzazione delle campagne di marketing. Questo consente alle aziende di rispondere più rapidamente alle esigenze dei clienti e di incrementare il loro engagement.
  6. Personalizzazione dei servizi: Grazie all'analisi delle preferenze e dei comportamenti degli utenti, le aziende possono personalizzare i loro servizi in modo più preciso. Questo si traduce in esperienze cliente più coinvolgenti e rilevanti, migliorando la fidelizzazione e la soddisfazione dei clienti.

Azure OpenAI Pricing: licenze e costi

Quando si tratta di utilizzare il servizio di Azure OpenAI, è fondamentale comprendere le diverse opzioni di pricing disponibili. Microsoft ha progettato il modello di pricing per essere flessibile e scalabile, adattandosi alle esigenze di diverse tipologie di aziende, dalle startup alle grandi multinazionali.

L'accesso ai servizi OpenAI su Azure è fornito agli utenti con una sottoscrizione Azure attiva. Ciò consente alle aziende di integrare le API OpenAI nei loro sistemi con un modello di licenza pay-as-you-go, con cui si paga solo per l'uso effettivo.

C’è da sottolineare come però la disponibilità del servizio possa essere influenzata dalla regione Azure e che non tutte le regioni sono coperte o offrono l’intera gamma di modelli AI messi a disposizione dal servizio. Se si vuole sapere se la propria regione è coperta e quali modelli mette a disposizione si possono consultare le tabelle messe a disposizione da Microsoft (rispettivamente qui e qui).

Per le organizzazioni con esigenze specifiche o che prevedono un uso intensivo, Microsoft offre piani personalizzati. Questi piani possono includere sconti basati sul volume, impegni di utilizzo e termini di pagamento flessibili. Le grandi imprese possono negoziare contratti che includono sia i servizi Azure OpenAI che altri servizi Azure, ottimizzando così i costi complessivi.

Per università, laboratori di ricerca e altre organizzazioni non profit, Microsoft offre piani speciali che forniscono accesso a prezzi ridotti o sconti per l'utilizzo di Azure OpenAI. Questo supporta l'innovazione e lo sviluppo di nuove applicazioni senza gravare eccessivamente sui budget spesso limitati di queste organizzazioni.

Microsoft ha anche programmi specifici per le startup che possono beneficiare di crediti Azure gratuiti, accesso a risorse di mentoring e supporto tecnico per aiutarle a scalare le loro operazioni e sfruttare al meglio i servizi Azure OpenAI.

Il pricing per Azure OpenAI è principalmente basato sull'utilizzo. Questo significa che i costi variano a seconda della quantità di risorse utilizzate: quindi, il tipo di modello impiegato e la dimensione delle operazioni eseguite.

La tariffazione per Azure OpenAI è determinata principalmente da due fattori, che sono:

  • Unità di calcolo: Azure addebita le risorse computazionali utilizzate, spesso misurate in base al numero di token processati o generati. I token sono sequenze di testo che rappresentano unità linguistiche elaborate dai modelli OpenAI. Un token non si può descrivere con una semplice regola ma, con buona approssimazione, si può dire che 100 token corrispondono a circa 75 parole.
  • Tipo di modello: Diversi modelli hanno costi di utilizzo differenti. Ad esempio, modelli più avanzati come GPT-4 possono avere un costo più elevato rispetto a modelli meno complessi.

È quindi necessario per ogni tipologia di business implementare le migliori pratiche per ottimizzare i costi quando si usufruisce dei servizi di Azure OpenAI e adottare strategie specifiche di utilizzo costruite su misura per la propria azienda.

Fondamentale per chiunque, quindi, familiarizzare sin da subito con gli strumenti di monitoraggio di Azure per tenere traccia dell'uso delle risorse e dei costi associati, identificare le aree in cui si potrebbe ridurre l'utilizzo o ottimizzare l'efficienza.

Conclusioni

Per chiudere la nostra panoramica su Azure OpenAI non si può fare altro che ribadire come rappresenti un punto di svolta nella gestione e nell'implementazione dell'intelligenza artificiale per le aziende. Integrando la potenza delle tecnologie avanzate di AI di OpenAI con l'infrastruttura scalabile e sicura di Microsoft Azure, le imprese possono ottenere strumenti straordinari per trasformare digitalmente le loro operazioni.

In un'epoca in cui l'AI sta rapidamente diventando una componente essenziale per il successo aziendale, Azure OpenAI offre la piattaforma perfetta per adottare queste tecnologie in modo efficace e sicuro e le aziende disposte a dargli una chance non si limiteranno soltanto ad adottare strumenti di ultima generazione per le loro infrastrutture digitali.

La gamma di servizi offerti consente alle aziende di affrontare sfide complesse, ottimizzare i processi e innovare nei loro settori e i modelli messi a disposizione non solo possono aiutare ogni tipo di business a rimanere competitivo nel proprio settore di mercato, ma preparano anche a sfruttare le opportunità emergenti nel panorama tecnologico globale.

Non resta dunque che invitarvi a utilizzare il comodo strumento di calcolo offerto da Microsoft per stimare i costi specifici per la propria azienda in base ad area geografica, valuta utilizzata per il pagamento e tempo d’impiego di ognuno dei servizi usufruibili (calcolabile per ore o per mesi) e trovare la soluzione d’impiego più adatta per le proprie esigenze.

Scopri perché scegliere il team

Infra & Sec

Il team Infra & Security è verticale sulla gestione ed evoluzione dei tenant Microsoft Azure dei nostri clienti. Oltre a configurare e gestire il tenant, si occupa della creazione dei deployment applicativi tramite le pipelines di DevOps, monitora e gestisce tutti gli aspetti di sicurezza del tenant, supportando i Security Operations Centers (SOC).