Azure Active Directory: come gestire le identità aziendali

Gestisci identità e accessi e definisci le modalità di autenticazione: crea gruppi dinamici da sincronizzare con Microsoft 365.

Cosa troverai in questo articolo

Cos’è Azure Active Directory

  • Le possibili integrazioni di Azure Active Directory

Quali sono le licenze disponibili per Azure Active Directory

  • P1 Premium
  • P2 Premium
  • Azure Active Directory B2C
  • Azure Active Directory B2B

Quali sono le principali funzionalità di Azure Active Directory

  • Gestione delle identità centralizzata
  • Autenticazione Single Sign-On
  • Accesso condizionale
  • Creazione di gruppi e directory
  • Monitoring
Azure Active Directory: come gestire le identità aziendali

Cos’è Azure Active Directory

Azure Active Directory è il servizio cloud di Microsoft Azure dedicato alla gestione delle identità e degli accessi utente. È stato progettato per consentire l’autenticazione, l’autorizzazione e la gestione delle risorse nell’ambiente di Azure e in altre applicazioni cloud con la massima sicurezza dei dati.

Vediamo insieme come funziona.

Azure Active Directory (Azure AD) consente di gestire le identità e gli accessi nel cloud Microsoft.

Semplifica di conseguenza l’accesso alle risorse cloud, ma anche on-prem, di un’organizzazione garantendo la sicurezza e la privacy dei dati.

Per svolgere la sua funzione, Azure AD supporta diversi protocolli standard, tra cui :

  • OAuth 2.0
    Un protocollo di gestione delle identità open-standard, che fornisce accesso sicuro per siti web, mobile app, IoT e altri device.
  • OpenID Connect
    OIDC è stato progettato per funzionare con app native e per dispositivi mobili usando protocolli REST/JSON.
  • Token Web JSON
    Uno standard aperto, che definisce un modo compatto e autonomo per trasmettere le informazioni tra le parti come oggetto JSON.
  • SAML (Security Assertion Markup Language)
    Uno standard aperto, che usa XML per trasmettere i dati.
  • Web Services Federation (WS-Fed)
    Lo standard sviluppato da Microsoft che definisce il modo in cui i token di sicurezza possono essere trasportati tra entità diverse per scambiare informazioni sull'identità e sull'autorizzazione.

Questi consentono di integrare le applicazioni custom di un’azienda con le identità e le modalità di autorizzazione che il sistema gestisce.

Ecosistema di Azure Active Directory

Le possibili integrazioni di Azure Active Directory

Azure AD si integra in modo nativo con Microsoft 365 .

Partendo dal primo, Azure AD riesce a integrare le sue funzionalità con le applicazioni della suite per consentire una gestione unificata delle identità.

Gli utenti del digital workplace aziendale basato su Microsoft 365 possono quindi usare le stesse credenziali per accedere alle loro app di lavoro, mentre gli admin IT potranno controllarne l’utilizzo da un’unica interfaccia.

Inoltre, è possibile stabilire delle politiche di accesso condizionale.

In questo modo, l’accesso alle app viene regolato in base a fattori come la posizione geografica o il dispositivo utilizzato dall’utente.

Azure AD può anche automatizzare il provisioning degli account utente e dei gruppi.

Ciò significa che quando un nuovo utente viene creato nel sistema, si crea automaticamente un account in Microsoft 365 già dotato delle autorizzazioni concesse dall’organizzazione.

Infine, Azure AD permette di invitare utenti esterni a partecipare in un progetto, gestendone l’accesso alle informazioni sensibili e evitando la scomodità per l’azienda di creare nuovi account solo per questo fine.

Sai che aiutiamo i nostri clienti nella gestione dei loro tenant Azure?

Abbiamo creato il team interno Infra& Security, verticale sul cloud Azure per rispondere meglio alle esigenze dei nostri clienti che ci coinvolgono nelle decisioni tecniche e strategiche.

Oltre a configurare e gestire il tenant, ci occupiamo anche di:

  • ottimizzazione dei costi delle risorse
  • implementazione procedure di scaling e high availability
  • creazione dei deployment applicativi tramite le pipelines di DevOps
  • monitoring
  • e soprattutto security!

Con Dev4Side Software, puoi avere un partner affidabile in grado di supportarti sull'intero ecosistema applicativo di Microsoft.

Quali sono le licenze disponibili per Azure Active Directory

Azure Active Directory presenta due tipologie principali di licenze:

  1. Licenze per le organizzazioni
  2. Free.
  3. App di Office 365.
  4. P1 Premium.
  5. P2 Premium.
  6. Licenze per utenti esterni
  7. Azure Active Directory B2C.
  8. Azure Active Directory B2B.

Si differenzia quindi per la tipologia di utente, tra interni o esterni (B2C e B2B) a cui l’organizzazione si rivolge.

Di seguito, trovate maggiori dettagli.

P1 Premium

La licenza per le organizzazioni che hanno esigenze più complesse relative alla gestione delle identità e degli accessi.

Questa prima versione Premium di Azure AD consente agli utenti di ambienti ibridi di accedere a funzionalità avanzate tanto cloud come locali.

P2 Premium

La seconda versione Premium di Azure Active Directory include tutte le funzionalità delle altre edizioni del prodotto, aggiungendo:

  • Protezione avanzata delle identità.
  • Privileged Identity Management.

Azure Active Directory B2C

Questa offerta è indirizzata alle aziende che forniscono servizi di pubblico accesso, come siti e-commerce, mobile app o portali per i clienti.

Nell’ultimo caso, Azure Active Directory B2C semplifica la gestione delle identità dei propri clienti, consentendo loro di registrarsi, accedere e gestire le informazioni contenute nel loro account personale.

Permette inoltre di personalizzare l’esperienza utente, dalla registrazione all’accesso alle risorse messe a disposizione, adattando ciascuna fase al brand e alle esigenze dell’organizzazione.

Panoramica di Azure Active Directory B2C

Azure Active Directory B2B

Azure Active Directory B2B serve per connettere gli utenti di organizzazioni diverse.

Nello specifico, consente all’azienda ospitante di invitare utenti esterni e gestire le loro identità nel suo ambiente Azure.

Al contrario dell’offerta B2C, non è possibile in questo caso personalizzare l’esperienza degli utenti. Ciò perché l’obiettivo della licenza B2B è semplificare la collaborazione tra professionisti, mettendo in secondo piano tutti gli aspetti legati all’estetica e al branding.

Quali sono le principali funzionalità diAzure Active Directory

Come già detto, Azure AD serve per gestire in modo semplice e sicuro le identità utente.

Vediamo allora quali funzionalità gli consentono di raggiungere il suo scopo.

1) Gestione delle identità centralizzata

Le aziende possono creare e gestire le identità dei loro utenti da un solo centro di comando. Inoltre, possono sincronizzare le identità con l’Active Directory locale per integrare ambienti costruiti in precedenza.

2) Autenticazione Single Sign-On

Il sistema SSO unifica l’esperienza di accesso degli utenti. In altre parole, consente loro di accedere alle diverse applicazioni e servizi cloud aziendali con una singola autenticazione.

3) Accesso condizionale

L’accesso alle risorse aziendali viene gestito in base a specifici criteri, come il ruolo, il gruppo, la posizione o il dispositivo dell’utente. In questo modo, è possibile tracciare le attività di accesso per rilevare anomalie o comportamenti sospetti.

4) Creazione di gruppi e directory

L’organizzazione può configurare gruppi di utenti per assegnare più facilmente i permessi di accesso alle risorse. In più, può creare directory esterne per integrare le identità di partner o fornitori.

5) Monitoring

Gli admin IT ottengono strumenti avanzati per monitorare le attività degli utenti e creare report dettagliati riguardanti l’utilizzo delle risorse aziendali.

Scopri perché scegliere il team

Infra & Sec

Il team Infra & Security è verticale sulla gestione ed evoluzione dei tenant Microsoft Azure dei nostri clienti. Oltre a configurare e gestire il tenant, si occupa della creazione dei deployment applicativi tramite le pipelines di DevOps, monitora e gestisce tutti gli aspetti di sicurezza del tenant, supportando i Security Operations Centers (SOC).